EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Vai al contenuto

“Cani Eroi” Rai 2, dal 27 gennaio 2018

 

 

"Cani Eroi", da sabato 27 gennaio 2018 torna su Rai 2  con dieci nuove ed emozionanti puntate. L’appuntamento con la serie “Cani eroi” è per le ore 10.30.
La trasmissione permette di far conoscere al grande pubblico l’impegno giornaliero dei Cani Eroi e dei loro conduttori.

 

"Cani Eroi", la nuova serie

La serie “Cani eroi” torna da sabato 27 gennaio 2018 su Rai 2, alle ore 10.30. Sono previste dieci nuovi appuntamenti dedicati ai cani e ai loro conduttori durante i quali si racconto storie e avventure reali.
Dopo l’enorme successo della precedente serie sono in arrivo altri emozionanti racconti sul quotidiano impegno dei Cani Eroi. La serie, che termina sabato 31 marzo 2018, narra alcuni episodi veri che hanno visti protagonisti questi cani durante lo svolgimento di svariate attività. Infatti i Cani Eroi e i loro conduttori si occupano, fra l’altro, di salvataggi in acqua, intervento in seguito a calamità naturali come i terremoti e ricerca di dispersi.
Giornalmente i cani si occupano di portare a termine operazioni rischiose e delicate che, non sempre, vengono adeguatamente divulgate. Infatti i Cani Eroi non solotanto intervengono per portare in salvo sciatori travolti da slavine e dispersi ma forniscono supporto ai detenuti e a persone ipovedenti e non vedenti.
Il format valorizza il ruolo svolto dai cani e dai loro conduttori in moltissime occasioni e facendoli conoscere ed apprezzare anche dal grande pubblico.
Al timone il veterinario Federico Coccia e l’istruttore di unità cinofile per il soccorso Roberto Gasbarri. Nel corso di “Cani Eroi” si ripercorrono le storie di cani che si sono contraddistinti per i loro gesti eroici e per aver agito in condizioni di grande pericoloso. I conduttori grazie ad un’unità mobile si spostano lungo lo stivale italiano incontrando i protagonisti e documentando il loro impegno costante e prezioso.
Particolare focus viene dato alla pet therapy e al sostegno che gli amici cani forniscono alle persone con disabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *