EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Vai al contenuto

“Curiamoli tutti” il banco farmaceutico per gli animali

 

“Curiamoli tutti” è l’iniziativa a sostegno dei rifugi per animali e persone in difficoltà che possiedono amici pelosi. Fino a domenica 16 dicembre con “Curiamoli tutti” è possibile donare farmaci veterinari e contributi in denaro.

“Curiamoli tutti”, l’iniziativa
I farmaci per i nostri cani e gatti hanno spesso costi notevoli che non sempre possono essere sostenuti dalle famiglie e dai rifugi. I farmaci ad uso veterinario, in media, hanno un costo superiore rispetto a quelli per gli umani. La legislazione italiana impone che in ambito veterinario ci si riferisca, esclusivamente, a medicinali specifici.
Per venire incontro a persone con difficoltà economiche che possiedono un cane o un gatto ma anche ai canili ed ai gattili, la Lav ha pensato ad un evento speciale. A partire da sabato 8 fino a domenica 16 dicembre 2018 si possono dare farmaci o soldi. Un progetto importante patrocinato sia dalla federazione nazionale ordini veterinari italiani che dal ministero della salute.
Il progetto prevede che si sia allestito uno speciale banco farmaceutico nei centri commerciali, piazze, farmacie ed altri luoghi. Chiunque potrà acquistare un farmaco o un integratore veterinario e poi regalarlo oppure si potrà fare una donazione in denaro. Vengono accettati anche medicinali con minimo otto mesi di validità non utilizzati e perfettamente integri.

“Curiamoli tutti”, la salute dei nostri animali
Tutti i nostri amici animali hanno diritto a vivere un’esistenza dignitosa e felice. La salute è un aspetto fondamentale che può passare in secondo piano a causa delle difficoltà economiche.
Aderendo alla bellissima iniziativa della Lav è possibile compiere un piccolo gesto che aiuterà tanti amici pelosi a stare meglio o a guarire.
Ricordiamo sempre che i medicinali ad uso umano non sono adatti per quello animale e viceversa. Se il nostro amico peloso non sta bene è indispensabile fare riferimento al veterinario seguendo con scrupolo le prescrizioni farmacologiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *