EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Vai al contenuto

La cycas, una pianta pericolosa per i cani

 

La cycas è una pianta potenzialmente pericolosa per i nostri cani. La cycas può causare intossicazioni acute e nei casi gravi la morte.

La cycas e i cani, i rischi

La cycas, cycas revoluta, è una pianta coltivata largamente e presente in moltissime case e giardini. E’ molto diffusa anche nel nostro Paese e si può trovare anche in alcuni parchi pubblici.

Per i nostri cani rappresenta un potenziale pericoloso. Le sostanze contenute nei suoi semi, e in tutte le altre parti, sono tossiche. Se, malaguratamente, il nostro amico a quattro zampe dovesse ingerire foglie, o altre parti, o altro può andare incontro a numerosi problemi. Si tratta di una pianta tossica per i cani che può portare l’animale alla morte. Le sostanze che contiene agiscono a vari livelli, causando numerosi e gravi problemi di salute. Oltre alla cycas, esistono tante altre piante potenzialmente pericolose. Queste piante che si possono trovare sia nelle abitazioni che fuori per i nostri amici a quattro zampe. Nell’elenco di vegetali che non devono assolutamente ingerire rientrano il tasso e la stella di Natale.

 

Cosa fare

E’ importante che il nostro cane non entri in contatto con la cycas. Nel caso dovesse ingerire alcune parti della pianta è necessario, immediatamente, contattare un veterinario.

Inoltre, bisogna insegnare agli amici a quattro zampe a non mangiare mai il terriccio che può contenere sostanze dannose. Ecco perché, è molto importante che il cane impari alcuni comandi. Inoltre, se si nota che il nostro amico peloso non sta bene o manifesta sintomi come vomito o diarrea è assolutamente necessario rivolgersi ad un veterinario. invece, è normale che in alcune situazioni i nostri amici a quattro zampe possano consumare piccole quantità di erba. Si tratta di un comportamento normale ed istintivo che non crea nessun problema di salute e che viene messo in atto per risolvere piccoli disturbi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *