EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Vai al contenuto

Il mio cane da pastore tedesco ed il caldo

 

 

 

Il mio cane da pastore tedesco deve essere protetto dalle temperature eccessive. Impariamo come evitare che i nostri cani possano andare incontro ad un colpo di calore.

Il mio cane da pastore tedesco ed il caldo

Quando le temperature diventano roventi, i nostri amici cani devono essere tutelati. Il caldo eccessivo può compromettere il loro stato di salute. Il principale rischio è il colpo di calore ma possono anche sviluppare altri problemi. La cuccia deve essere spostata all’ombra, possibilmente in un luogo ventilato. Invece, se il nostro amico trascorre molto tempo a casa bisognerà pensare alla temperatura della stanza. Il flusso dell’aria condizionata non dovrà mai colpire direttamente il nostro amico peloso e la temperatura non dovrà essere troppo bassa.

E’ fondamentale che il nostro cane non resti mai solo in macchina. Durante i lunghi viaggi è essenziale predisporre delle tappe, in modo che il cane possa fare una piccola passeggiata, bere e distrarsi.

A casa bisogna sempre lasciare una ciotola di acqua pulita. L’orario delle passeggiate deve essere cambiato. E’ bene preferire le prime ore del giorno e la sera, quando il sole è tramontato. Inoltre, se si ha la possibilità si può acquistare una piscinetta per cani. In alternativa, il nostro amico potrà andare al mare, nelle spiagge consentite.

 

Cani in vacanza

Il nostro amico peloso sarà felice di trascorrere una vacanza con noi. Il viaggio deve essere programmato con cura ed in anticipo. Oltre ad informarsi quali siano i luoghi dove è ammesso, sia ristoranti che alberghi, è bene informarsi su eventuali regole e divieti.

Nella valigia del nostro cane bisogna mettere due ciotole e degli snack che possono essere utili in varie occasioni. Una buona idea è portare anche delle scatolette, in modo da non poter affrontare qualsiasi emergenza. Inoltre, non bisogna scordare il libretto delle vaccinazioni, eventuali farmaci, la spazzola, una coperta ed un gioco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *